Fondazione M. Zoebeli

La Fondazione

Con disposizione testamentaria del 16 novembre 1995, Margherita Zoebeli istituiva una fondazione, che ora porta il suo nome, il cui patrimonio iniziale è costituito dalla donazione ad essa di gran parte del prestigioso premio Brandemberger conferitole l’11 dicembre 1995 a Bellinzona.

Fanno parte del Consiglio di Fondazione persone da lei designate alle quali è stato affidato il compito statutario di perseguire le finalità indicate dalla sua fondatrice:

promuovere attraverso iniziative specifiche, studi e ricerche, tesi di laurea, ecc., l’approfondimento culturale e disciplinare e la conoscenza di esperienze innovative nel campo pedagogico-didattico, con particolare sviluppo alla educazione interculturale;

curare lo scambio di esperienze e di ricerche fra Istituti e Associazioni operanti nel campo educativo, nel solco dei valori perseguiti da Margherita Zoebeli;

favorire la conoscenza di metodi e materiali didattici per l’educazione dei bambini minorati psico-fisici.

La storia di Margherita Zoebeli

Nata a Zurigo il 7 giugno 1912 e morta a Rimini il 25 febbraio 1996. Aderì al Soccorso Operaio Svizzero (organizzazione umanitaria socialista di aiuto ai perseguitati dai nazisti e dai fascisti). Nel 1934, si occupa dell’ospitalità in Svizzera di bambini austriaci figli di antinazisti e, nel 1936, dell’evacuazione in Francia di 100 bambini di Barcellona in grave pericolo per la guerra civile. Nel luglio 1945 viene inviata a Rimini per la progettazione e la costruzione del CEIS il quale dal 1° maggio 1946 inizia, sotto la sua direzione, l’attività educativa ispirandosi a principi educativi innovativi (scuola attiva, metodo globale, cooperazione educativa, ecc.).

Nel 1948 partecipa alla fondazione della Federation Internationale des Communautes d’Enfants – FICE – aprendo il CEIS ai contatti e agli scambi internazionali.

Nel 1963 Il Comune di Rimini le attribuisce la cittadinanza onoraria per l’opera educativa svolta a favore della città.

Nel 1978 lascia la direzione del CEIS, continua tuttavia a vivere e lavorare strettamente legata al Villaggio con una funzione di supervisore scientifico e responsabile di alcuni progetti educativi. Nel 1989 L’università di Bologna le conferisce la Laurea ad honorem in Pedagogia insieme a Mario Lodi e all’educatore brasiliano Paulo Freire.

Nel 1994 riceve, con Decreto del Presidente della Repubblica, una onorificenza per i suoi meriti in campo educativo. A tale scopo il Comune di Rimini le assegna una medaglia D’oro.

Nel novembre 1995, in Svizzera, viene premiata dalla Fondazione Dr. J.E.Brandemberger per il lavoro umanitario a cui ha dedicato tutta la vita. Con il premio ricevuto costituisce la FONDAZIONE che porta il suo nome alla quale attribuisce il compito di sostenere l’impegno educativo multi culturale e innovativo del CEIS

Per informazioni rivolgersi

La sede della Fondazione “Margherita Zoebeli” è presso il CEIS in via Vezia, n° 2 – 47921 Rimini – Tel. 054151591

Alla segreteria del Ceis – Via Vezia,2 – 47921 Rimini.
Tel. 0541/23901 – 0541/51591 – Fax 0541/56934 – E-mail segreteria@ceis.rn.it

Oppure al Consigliere di Fondazione  Maurizio Boarini: maurizioboarini@ceis.rn.it